RECENSIONE NERO 12

RECENSIONE NERO 12

RECENSIONE,NERO12,DANIELETANZI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continua l’annuale evoluzione della suite Nero, una volta simbolo della masterizzazione su PC e da qualche tempo sempre più votata al multimedia. L’ultima versione, Nero 12, non fa che confermare questo trend: arriva il supporto (“obbligato”) a Windows 8, ma tutte le altre novità si concentrano sull’aspetto multimediale e su un miglioramento generale della suite.

Nero 12 ha meno programmi rispetto alle versioni precedenti, ma le funzionalità (ci assicurano) sono rimaste invariate. Dalle 20 applicazioni di Nero 8, si passa ora a soli 7 programmi in Nero 12: Nero Burning ROM, Nero Express, Nero Video, Nero Recode, Nero Back It Up, Nero Rescue Agent e Nero Kwik Media. Nero ha migliorato anche il processo di installazione, storicamente “lento”, dividendolo in due fasi: l’installazione dei soli programmi e l’installazione dei filtri creativi e dei menu. Sommando le due, il processo risulta molto più veloce di un’installazione completa di Nero 11, ancora di più se un utente non è interessato al montaggio video e a tutti i filtri aggiuntivi (che occupano ovviamente spazio).

RECENSIONE,NERO12,DANIELETANZI












 

Tra le novità di Nero 12, come già accennato, c’è anche il supporto all’ultimo sistema operativo di Microsoft, Windows 8, anche se il programma resta compatibile con le versioni precedenti, fino a Windows XP. Windows 8, però, non significa touch: Nero 12 infatti sarà un programma desktop che funzionerà ancora con mouse e tastiera. Tra qualche mese arriverà un’app touch Metro, ma non sarà di “creazione”, come vedremo a breve. Nero 12 porta novità un po’ in tutti i programmi di video della suite: Nero Recode, per esempio, gestisce ora il trimming dei video direttamente dal programma, senza bisogno di esportare prima il filmato, oltre a poter importare tracce audio separate (anch’esse trimmabili) e video da Internet. Quest’ultimo aspetto è interessante per come viene realizzato: anziché scaricare il filmato direttamente dal portale (come YouTube, Vimeo, ecc), operazione illegale in molti casi, Nero Recode va a “spulciare” la cache del browser in cerca di filmati scaricati. L’operazione funziona solo se un video è stato riprodotto dall’inizio alla fine, ma è sicuramente un modo “furbo” per aggirare, legalmente, le limitazioni delle major. Il software di editing della suite, Nero Video, vede invece l’aggiunta di alcuni filtri creativi in stile vintage (à la Instagram) e filtri per accelerare filmati o fare slow motion. L’ultima novità riguarda Kwik Media, che consente ora di selezionare le foto con un volto noto e associarle in batch a una persona già “taggata”. Arriva anche il supporto ai Blu-ray 3D e lo streaming, tramite DLNA, dei contenuti multimediali raccolti all’inteno di Kwik. Al contrario del DLNA classico, però, Kwik fornisce ai client una vista sulle cartelle “smart”, ovvero quelle dinamiche create a partire da una tag.

 

A fine 2012, inizio 2013 al massimo, dovrebbero inoltre arrivare delle app dedicate per Kwik Media, associate a un servizio cloud. Al momento sono previste app per Android e un’app Metro per Windows 8, ma ne sapremo di più al CES di Las Vegas, in programma per gennaio, dove l’azienda sarà presente e conta di lanciare le nuove app.

 

Nero 12, nel frattempo, è già disponibile online, mentre nei negozi arriverà il 15 ottobre. I prezzi sono di 80 euro per la versione base (40 euro per l’upgrade) e 100 euro per la versione Platinum (50 per l’aggiornamento da una versione precedente). Le due versioni (base e Platinum) si differenziano per la capacità di riprodurre e rippare Blu-ray, 2D e 3D, per la stabilizzazione dei video e per gli effetti video e temi retrò, tutti presenti nella versione Platinum, ma assenti nella versione base (la riproduzione dei Blu-ray è disponibile tramite plugin opzionale a pagamento nella versione base). Solo online, inoltre, sono disponibili per l’acquisto separatamente i singoli programmi Nero Burning ROM, Nero Video, Nero Recode e Nero Back It Up. Diventano invece gratuiti i programmi “storici” di Nero come CoverDesigner, SoundTrax e WaveEditor.

RECENSIONE NERO 12ultima modifica: 2012-12-20T21:09:00+01:00da tanzidaniele